Lo spettatore santo. Saggi per Anna Barsotti.pdf

Lo spettatore santo. Saggi per Anna Barsotti

E. Marinai, C. Titomanlio (a cura di)

Dodici tra ex studenti, allievi, collaboratori, dottorandi, operatori teatrali che hanno fatto un percorso insieme ad Anna Barsotti, chi breve chi lungo, chi con esiti peculiari ed eccentrici e chi in forma per così dire apostolare, si sono riuniti per confezionare questo libro-omaggio. Un volume volutamente povero e sorprendentemente ricco. Al suo interno vi si trovano, infatti, 12 brevi saggi, che rappresentano i gusti, i ricordi, le esperienze di ciascuno dei partecipanti, e che spesso combaciano con gli interessi di Anna: tra le righe affiorano dunque i nomi di Enzo Moscato, Eduardo de Filippo, Dario Fo, Franca Valeri, Samuel Beckett, Mario Luzi, Marco Baliani, Roberto Benigni, ma anche considerazioni sulla ricerca storica, sulla critica teatrale, sul ruolo dello spettatore. Lo spettatore, appunto! Ognuno dei dodici co-autori è stato, almeno una volta, spettatore ideale, spettatore creativo, spettatore poetico, spettatore sacrificato, spettatore senza occhiali, spettatore addormentato (per dirla con Flaiano), e, perché no, forse anche spettatore santo. Holy, holy, holy!

Lo spettatore viene trascinato fra i ballerini, i suonatori sono allegri… Le loro tonalità sono in Re maggiore e La maggiore. La terza classe è rappresentata dai sognatori in Re diesis e La diesis maggiore, il cui padre sembra essere il valzer dello struggimento, i fiori serali e le figure crepuscolari, i ricordi della giovinezza amata e di tante altre cose…“

1.82 MB Dimensione del file
8846753682 ISBN
Gratis PREZZO
Lo spettatore santo. Saggi per Anna Barsotti.pdf

Tecnologia

PC e Mac

Leggi l'eBook subito dopo averlo scaricato tramite "Leggi ora" nel tuo browser o con il software di lettura gratuito Adobe Digital Editions.

iOS & Android

Per tablet e smartphone: la nostra app gratuita tolino reader

eBook Reader

Scarica l'eBook direttamente sul lettore nello store www.coriglianofotografia.it o trasferiscilo con il software gratuito Sony READER PER PC / Mac o Adobe Digital Editions.

Reader

Dopo la sincronizzazione automatica, apri l'eBook sul lettore o trasferiscilo manualmente sul tuo dispositivo tolino utilizzando il software gratuito Adobe Digital Editions.

Note correnti

avatar
Sofi Voighua

Lo spettatore, anche definito collettivamente pubblico è colui che assiste a un evento, in genere senza intervenire direttamente. Nello spettacolo e in particolare nelle arti performative lo spettatore è il destinatario dell'evento artistico, ma la fruizione è talvolta accompagnata dalla partecipazione, più o meno attiva, agli eventi rappresentati. Lo spettatore santo. Saggi per Anna Barsotti. Sherlock Holmes. Innesti. Tuttosapere. Enciclopedia per la scuola e la famiglia. Roma olimpica. La meravigliosa estate del 1960. Articolo 353 del codice penale. La forza della gioia. Codice unico. Parabole da altri pianeti. Favole dell'universo.

avatar
Mattio Mazio

Lo sguardo intradiegetico che l’untore rivolge alle raffigurazioni della morte fa parte di un processo psicologico di affrancamento, infatti il protagonista facendosi spettatore delle dipiction sinistre e della dipartita degli altri personaggi presenti nel sanatorio, trasforma queste scene in mise en abyme della propria sorte, al fine di operare uno stacco straniante; l’espediente del

avatar
Noels Schulzzi

occhi del suo spettatore e uno spettatore incontra con gli occhi il suo film. In secondo luogo significa far emergere le competenze, le azioni, gli atteggiamenti, le posizioni, ecc., che lo spettatore attiva e che insieme gli sono richieste nel momento in cui segue un film: appunto, il suo saper muoversi consolidato e radicato. Infine significa

avatar
Jason Statham

Lo spettatore santo. Saggi per Anna Barsotti, dell'editore ETS. Percorso di lettura del libro: Arte, Teatro. : Dodici tra ex studenti, allievi, collaboratori, dottorandi, operatori teatrali che … Lo spettatore santo. Saggi per Anna Barsotti, Libro. Sconto 5% e Spedizione con corriere a solo 1 euro. Acquistalo su libreriauniversitaria.it! Pubblicato da ETS, brossura, data …

avatar
Jessica Kolhmann

DON DIVO BARSOTTI Divo Barsotti nacque a Palaia, in provincia di Pisa, il 25 aprile 1914. Entrò in Seminario all’età di 11 anni e vi rimase fino all’ordinazione sacerdotale che avvenne il 18 luglio 1937. Negli anni di guerra fu rimandato a casa e poi nell’ottobre del 1945 si trasferì a Firenze. In quel periodo diede vita ad un gruppo che chiamò “Comunità dei figli di Dio”: ai Lo sguardo intradiegetico che l’untore rivolge alle raffigurazioni della morte fa parte di un processo psicologico di affrancamento, infatti il protagonista facendosi spettatore delle dipiction sinistre e della dipartita degli altri personaggi presenti nel sanatorio, trasforma queste scene in mise en abyme della propria sorte, al fine di operare uno stacco straniante; l’espediente del