Immagini e corpi. Da Deleuze a Sloterdijk.pdf

Immagini e corpi. Da Deleuze a Sloterdijk

Tommaso Ariemma

Le ricerche filosofiche contenute in questo volume offrono una teoria generale dellimmagine. Da Deleuze a Sloterdijk: ovvero dalle superfici agli ambienti, dai gesti del corpo alle atmosfere. Discutendo anche le tesi di Baudrillard, Stiegler, Rancière, Nancy, il presente studio articola una filosofia dellimmagine capace di esplicitare il rapporto estetico e politico tra immagini e corpi. Esso fornisce, così, una cartografia della sensibilità occidentale, attraversando costumi e svolte tecnologiche, e avanzando unoriginale teoria dei media che prende il nome di termoestetica.

Senza porre il difficile problema dell’origine del linguaggio, ma la funzione-linguaggio, Deleuze scrive: “Se il linguaggio sembra sempre supporre il linguaggio, se non si può fissare un punto di partenza non linguistico, è perché il linguaggio non si stabilisce tra qualcosa di visto (o di sentito) e qualcosa di detto, ma va sempre da una dire ad un dire” (G. Deleuze, 1980, p. 97).

2.34 MB Dimensione del file
8854830984 ISBN
Immagini e corpi. Da Deleuze a Sloterdijk.pdf

Tecnologia

PC e Mac

Leggi l'eBook subito dopo averlo scaricato tramite "Leggi ora" nel tuo browser o con il software di lettura gratuito Adobe Digital Editions.

iOS & Android

Per tablet e smartphone: la nostra app gratuita tolino reader

eBook Reader

Scarica l'eBook direttamente sul lettore nello store www.coriglianofotografia.it o trasferiscilo con il software gratuito Sony READER PER PC / Mac o Adobe Digital Editions.

Reader

Dopo la sincronizzazione automatica, apri l'eBook sul lettore o trasferiscilo manualmente sul tuo dispositivo tolino utilizzando il software gratuito Adobe Digital Editions.

Note correnti

avatar
Sofi Voighua

Ore 0:45 GMT – 5h15 in Afghanistan Il pilota: Cazzo, quello è un fucile?! L’operatore: Boh, è solo una macchia calda dove sta seduto, non posso dirlo, comunque sembra proprio un oggetto. Il pilota: Ah, speravo saltasse fuori un’arma, vabbè. Ore 1.05 L’operatore: Sto camion sarebbe un bel bersaglio. È un 4x4 Chevrolet, un Chevy Suburban. Il pilota: Sì. L’operatore: Eh, sì. Ore 1.07

avatar
Mattio Mazio

Ora, la nostra epoca fornisce immagini della propria persona in una 2 Ho approfondito tale concetto in T. Ariemma, Immagini e corpi. Da Deleuze a Sloterdijk, Aracne, Roma 2010. 3 M un’intesificazione delle immagini di corpi e di parti di corpo, in

avatar
Noels Schulzzi

17 Sep 2017 ... En l'última part de la contribució, es presentarà una tesi original ... image: a wide room with a glass window open to a natural wild cold ... to the so-called French Theory, namely Gilles Deleuze, Jean ... The German philosopher Peter Sloterdijk has entitled the first part of his ... Dal corpo robotizzato al corpo. aims at setting up a general picture of the impact of Foucauldian thinking ... Éditions de Minuit, e sobretudo de Foucault, conotado menos como um segundo pai ... Exatamente ali, onde um corpo outrora exuberante encontra seu ponto de esgotamen- ... Segundo a bela síntese formulada por Peter Sloterdijk (2012, p. 108) ...

avatar
Jason Statham

«Il più grande rimpianto che soffriamo per il crollo dell’Europa è che non vi sia un nuovo Tacito a registrarne l’agonia». E ancora: «Oggi, chi parla ancora di Europa mente: non si avvede del fatto che l’Europa, semplicemente, non c’è più».Un appassionato quanto lucido requiem in onore della Filosofia/Europa, composto per noi dalla sottile penna di Pier Alberto Porceddu Cilione.

avatar
Jessica Kolhmann

«La libertà sarà stata un episodio» (p. 9). Con questa sentenza lapidaria si apre l’ultimo libro tradotto in italiano del filosofo coreano di lingua tedesca Byung-Chul Han, Psicopolitica. Il libro di Han, poco più di 100 pagine, diviso minuziosamente in 13 sottoparagrafi, si pone come una disamina del tema della psicopolitica, che ad avviso dell’autore sarebbe l’impensato delle Dra. Silvia Rodeschini - Università di Bologna Resumen Introduzione a Peter Sloterdijk, Il mondo dentro il capitale. Grossa parte de la opera di Sloterdijk es dedicata al tentativo di ricostruire il motivo della «sfera» nella tradizione filosofica occidentale come figura che, nell’enorme lasso di tempo che va da Platone a Leibniz e oltre, ha costituito la chiave per assicurare all’uomo