Gli archivi della Fondazione Primo Conti.pdf

Gli archivi della Fondazione Primo Conti

G. Manghetti (a cura di)

Concepita secondo criteri tradizionali, la presente pubblicazione si rivolge a chiunque voglia conoscere più da vicino il patrimonio archivistico e bibliografico conservato nella splendida struttura quattrocentesca, sulle colline fiesolane, di Villa Le Coste, un tempo abitazione e studio del Maestro Conti e oggi sede della Fondazione Primo Conti. La guida costituisce una sorta di porta daccesso al sistema informativo dellArchivio della Fondazione, dove si trovano documenti dinestimabile valore storico-culturale per lo studio e lapprofondimento dei movimenti artistici e letterari del primo Novecento.

Giorgio Luti, "L'Archivio della Fondazione Primo Conti", in Raffaella Castagnola ( a c. di), Archivi letterari del '900, Firenze, Franco Cesati, 2000, pp. 45–50.

2.45 MB Dimensione del file
8860324882 ISBN
Gli archivi della Fondazione Primo Conti.pdf

Tecnologia

PC e Mac

Leggi l'eBook subito dopo averlo scaricato tramite "Leggi ora" nel tuo browser o con il software di lettura gratuito Adobe Digital Editions.

iOS & Android

Per tablet e smartphone: la nostra app gratuita tolino reader

eBook Reader

Scarica l'eBook direttamente sul lettore nello store www.coriglianofotografia.it o trasferiscilo con il software gratuito Sony READER PER PC / Mac o Adobe Digital Editions.

Reader

Dopo la sincronizzazione automatica, apri l'eBook sul lettore o trasferiscilo manualmente sul tuo dispositivo tolino utilizzando il software gratuito Adobe Digital Editions.

Note correnti

avatar
Sofi Voighua

La Fondazione ha per scopo di gestire i beni immobili, di gestire, ordinare e rendere perfettamente fruibili i beni mobili, musicali e archivistici donati da Primo Conti e dai suoi familiari; di condurre studi e indagini critiche sui movimenti artistici e letterari in Toscana e sulle loro connessioni con la cultura italiana ed europea. partire dal primo novecento fino alle manifestazioni più recenti della cultura contemporanea. La Fondazione Primo Conti pone tra i suoi obiettivi privilegiati lo studio, la promozione e la diffusione del patrimonio artistico e letterario legato alla figura del Maestro Primo Conti e del patrimonio pittorico, letterario, musicale connesso al complesso periodo delle Avanguardie storiche.La consultazione dell'Archivio, aperto quotidianamente, rende possibile la fruizione di questo prezioso

avatar
Mattio Mazio

28 nov 2019 ... La Regione Toscana sostiene attività, servizi e progetti di biblioteche, ... a cura della Fondazione Primo Conti di Fiesole; Progetto Archivi Storici ... delle cose, il linguaggio come punto di incontro tra archivi, biblioteche e musei: l' ... collaborano la Regione Toscana e la Fondazione Primo Conti di Fiesole). È.

avatar
Noels Schulzzi

Firenze è scelta in quanto considerata capitale della cultura della nostra penisola , ... gli archivi, i musei sono all'origine di questa attrazione per il capoluogo toscano. ... L'immagine è conservata presso la Fondazione Primo Conti di Fiesole, ...

avatar
Jason Statham

La Fondazione Primo Conti ha sede a Fiesole nella quattrocentesca Villa "Le Coste" che per molti anni fu l'abitazione del Maestro Primo Conti (Firenze, ... Intitolata al primo Presidente della Regione Umbria, il compagno Pietro Conti. ... ARCHIVI: STORIA, CULTURA E FUTURO DELLA SINISTRA DELL'UMBRIA ... Come è noto la Fondazione Pietro Conti nasce nell'estate del 2007 su decisione  ...

avatar
Jessica Kolhmann

La Fondazione Primo Conti si divide in due sezioni: il Museo delle opere di Primo Conti e l’Archivio. Il Museo e l’Archivio rappresentano nel loro insieme un Centro unico in Italia per ripercorrere e ricostruire con rigore scientifico la vicenda dell’Avanguardia storica che tanto profondamente connotò i movimenti letterari e artistici di tanta parte di questo nostro secolo. La Fondazione Primo Conti si pone come obiettivo privilegiato lo studio, la promozione e la diffusione del patrimonio artistico e letterario legato alla figura del Maestro Primo Conti, affiancato dalla valorizzazione del patrimonio pittorico, letterario, musicale legato al periodo delle Avanguardie storiche.